018 – Per trovare il coraggio di esporsi, bisogna essere Uomini!

Sono ben 45 milioni di euro i soldi sottratti a circa 4.000 vittime di truffe affettive e sentimentali. Le cifre riguardano solo l’anno 2016 e solo il Regno Unito, dove le forze anticrimine hanno da poco pubblicato i dati, affermando che il 40% dei truffati sono uomini, soprattutto overanta (cfr. http://www.telegraph.co.uk/news/201… )
Invece in Italia, il fenomeno è stato affrontato da poco in modo costruttivo. Noi di ACTA (Ass. Contro le Truffe Affettive), avevamo già iniziato ad occuparcene nel 2014 quando era in vita il nostro attivista Rolando Manes, scomparso a fine 2015. All’epoca eravamo ancora un movimento (CVCPI Comitto Vitime Cybercrime Piemonte Italia) e Rolando, dotato di una forte determinazione e tensione morale eccezionale aveva già rilevato che le truffe , quelle destinate ai signori uomini, partivano quasi tutte dai paesi dell’Est Europeo, ma che esistevano bande criminali operanti sul web a livello transnazionale, soprattutto in Africa.
Poi ci siamo arenati per ovvi motivi (morte del compianto Rolando Manes e scarsissimo credito che i mass media riservavano allora al fenomeno). Non c’ è da stupirsi, dunque, che siamo stati davvero entusiasti che nella serata di Mercoledì 08-02-2017 ben due emittenti abbiano lanciato un appello contro i pericoli di Internet che è valido anche per i signori uomini.
Si tratta di Rai 3 attraverso la trasmissione “Chi l’ha visto?” ed i servizi del giornalista Ercole Rocchetti e la radio Svizzera “Radio 3 i” . Quest’ultima, nella sua trasmissione delle 19,10, come ci ha segnalato la nostra collaboratrice di Lugano Daniela Brem, ha portato all’attenzione pubblica il caso di un uomo che ha trasferito una cifra complessiva di 400.000 franchi ad una donna del Ghana, con cui aveva stabilito una relazione virtuale da un anno. �Questo il link della pagina che riporta la notizia: http://www.gdp.ch/ats-news/zg-anziano-si-innamora-sul-web-e-si-fa-spillare-400000-franc-id155904.html
Da noi, in Italia, la trasmissione “CHI L’HA VISTO?” continuando il filone d’inchieste aperto a fine dicembre 2016, sulle truffe da loro definite romantiche, ha trasmesso , invece, il servizio del giornalista Ercole Rocchetti in collaborazione con Maria Chiara Iacoucci e Claudia Alpi , dando spazio e voce alle vittime.
Sono stati affrontati tre casi, due dei quali riguardanti truffe operate ai danni di uomini. Complimenti a Maurizio Guidi di Firenze e a Giacinto Venezia di Matera, entrambi Uomini determinati a voler capire chi sta dietro a questi raggiri e frodi informatiche
Finalmente anche da parte maschile arrivano testimonianze dirette e si trova il coraggio di parlare di solitudine, di bisogni emotivi, di sentimenti feriti e non necessariamente solo di bisogni sessuali.
Sono le parole dette da Maurizio durante l’intervista, ad averci colpito: ” I soldi … prima o poi ritornano ma è dentro, l’anima, questi ti rubano l’anima, la vita …” . Grazie ad entrambi , e speriamo che altri Uomini seguano l’esempio.��
Questo il link della trasmissione “Chi l’ha Visto?” e per visionare la parte inerente alle interviste di Rocchetti, Iacoucci, Alpi andare a ore 2:09:13 http://www.raiplay.it/video/2017/01/Chi-l-ha-visto-05009a3b-d163-4d8d-ac94-b0c66f818137.html
Torino, 10 febbraio 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...