039 /17 – Massimiliano Titone e il suo harem virtuale e virtuoso a Chi l’Ha Visto

L’ironia è il sale della vita e non capirla significa rovinarsela. Per questo Ercole Rocchetti, l’instancabile giornalista che da mesi segue i servizi sulle truffe affettive, ha avuto l’intelligente idea di invitare a CHI l’HA VISTO del 26 aprile 2017 Massimiliano Titone, l’ italiano più usurpato del web che affascina molte donne in tutto il mondo.
All’apertura, la conduttrice Federica Sciarelli ha presentato l’uomo, accompagnato da Nadia, Tiziana, Michela, Agnese e Claudia che, per lunghi mesi, come tantissime altre donne hanno creduto fosse lui l’ innamorato in chat che cercava di spillar loro soldi, riuscendoci più volte.
Scenetta surreale: sembrava davvero un harem ad hoc, dove il sultano si atteggia a mordere la vita al massimo. Titone del resto appare proprio così, ha sempre un bel sorriso a 32 denti, è espansivo e giocoso perchè la vita è più bella se presa alla leggera. Un vero modello ideale per mettere a segno le truffe del cuore, orchestrate ad arte dagli impostori del web.
Queste bande di criminali transnazionali hanno carpito ed abusato incessantemente della sua immagine, violando e depredando fotografie e video pubblicati sui social dallo stesso Titone che, va detto, non ha usato la protezione adeguata per tutelare “privacy” e quando se n’è accorto era ormai troppo tardi.
Anche se bizzarro, lo scollamento tra personaggio reale e quello virtuale ha messo in luce che bisogna essere molto prudenti quando si va in Internet perchè il web è una piazza pubblica piena di insidie.
A dimostrazione di ciò si veda l ‘intervista all’emiliano Pierpaolo, frodato dal solito copione truffaldino. L’uomo che ancora non è uscito dalla depressione, benchè siano passati anni di cure con psicofarmaci, oltre ad essere stato derubato nei soldi e defraudato negli affetti e nei sentimenti ha dovuto prendere atto che dietro le fotografie e video mostrategli non c’era un soggetto femminile ma maschile. Il truffatore, come dice Letizia Mollo di Romantic scam , cambia copione e si finge uomo o donna a seconda dei casi.
Ben fa, dunque, ACTA ad aprire le braccia alle persone che dimostrano di volerci aiutare in questa lotta e come ha sottolineato la nostra Mery Bernacca, intervistata a Torino, sono soprattutto le donne a darci una mano. Oltre all’impegno nelle denunce, per gli ascolti e per la divulgazione, un gruppo di donne sul web , cacciatrici di truffatori i seriali li intrattengono nella comunicazione via chat in modo da far loro perdere tempo che avrebbero dedicato ad arpionare vittime ignare.
Significativo il messaggio finale dell’ormai “divo” Massimiliano Titone << la cosa che più mi dispiace è che le persone mi chiedono risposte che non riesco a dare. L’ unica cosa che posso dire loro è di cercare di stare attenti >>
Noi di ACTA possiamo invece dire che le risposte dovrebbero arrivare dalle istituzioni pubbliche, dal parlamento, dagli organi di polizia, dalle procure ma il governo sembra essere latitante e la strada è ancora in salita. Per ora !!
Jolanda Bonino Torino 30 aprile 2017
————————————————————————————————————-
Abbiamo pubblicato il pezzo della puntata suddiviso in tre video:
· 27/04/16 Appello di Massimiliano Titone
o 28/04/17 CHI L’ha VISTO del 26 aprile 2017 tagliato 1 di 2 (1° parte)
o 28/04/17 CHI L’ha VISTO del 26 aprile 2017 tagliato 2 di 2 (2° parte)
————————————————————————————————————
A.C.T.A. Associazione Contro Truffe Affettive e Lotta al cybercrime – Sede operativa TORINO – Jolanda Bonino (Presidente) tel. 339.41.11.700
ACTA mail ass.acta2016@gmail.com
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...