010 – Romantico mazzo di fiori al profumo di truffa

Dopo aver ascoltato e anal­iz­zato circa 700 casi di vittime e man­cate vittime , abbiamo notizie che da qualche mese esiste una nuova modal­ità di truffa in rete. E’ una specie di evoluzione delle “truffe affettive” “truffe romantiche e sentimentali” prima definite come “truffe del principe azzurro”. e, come afferma Grazia della Lombardia “con­siste nel man­dare fiori alle potenziali vit­time a domicilio”.
La nostra web-inviata Ketty Increta, insieme ad altre nostre collaboratrici, ha indagato a fondo e ci spiega l’iter della truffa.
Dopo aver intrat­tenuto con­ver­sazioni in rete con una potenziale vittima (di solito cer­cano sui social sig­nore over 40 facendo leva sulla soli­tu­dine) , si fin­gono innamorati e per dimostrare il loro amore oltre alle gift ani­mate con cuoricini e frasi d’amore, arrivano al punto di inviare bellissimi mazzi di fiori reali (ma anche cioc­co­la­tini e pupazzetti) all’indirizzo della donna. I pupazzetti sono fabbricati in Spagna, ma distribuiti dalla Franncia e questi cyber truffatori, di solito utilizzano un app tipo “Queen flower”, attra­verso la quale si pos­sono ordinare fiori e altri doni anche for­nendo un falso mit­tente e pre­pa­gando con un borsellino elet­tron­ico o bit money, non ricon­ducibile a chi ha formulato l’ordine. Per capirci, ad esem­pio Jack lo squar­ta­tore può man­darvi fiori a nome di Brad Pitt e l’app non se ne accorg­erà, per­ché evade l’ordine ricevendo il pagamento.
Poiché dietro queste truffe roman­tiche si celano peri­colose orga­niz­zazioni di truffa­tori cen­tro africani, medio orientali (ma anche qualche delin­quente nos­trano sta copiando il busi­ness) l’ultima cosa da fare è quella di far conoscere il pro­prio ind­i­rizzo di casa a per­sone non ancora conosciute che si pre­sen­tano nella rete. I vostri dati, oltre­tutto, pos­sono essere ulteriormente adoperati per com­piere altre truffe ad altre per­sone e per rici­clare denaro di illecita prove­nienza. (Abbi­amo saputo di donne truf­fate alle quali viene pro­posto, in maniera più o meno con­sapev­ole, per rien­trare di parte delle somme per­dute, di far tran­sitare nei pro­pri conti somme sicu­ra­mente ille­cite ren­dendo com­plici le stesse di reato).
Ma come avviene la truffa?
1) Ven­ite con­tat­tate da un falso pro­filo Facebook o da altri siti in chat, questo fin­gen­dosi un mil­itare amer­i­cano prossimo al con­gedo o un pro­fes­sion­ista amer­i­cano o francese, inglese, canadese o australiano e comunque bianco e cat­tolico e di solito di sani prin­cipi, vedovo, sovente con gemelli o figlio/a. Di solito afferma che vuole rifarsi una vita con voi.
2) Tramite chat , Messanger ecc vi cur­erà gior­nal­mente per parec­chio tempo più volte al giorno, pre­oc­cu­pan­dosi di voi se state bene, se avete man­giato, dor­mito ecc. Cercherà di conoscervi meglio, carpirà infor­mazioni su vostri gusti e, guarda caso, coin­cider­anno coi suoi fino al punto di farvi credere di essere la vos­tra anima gemella e otterrà con questa empa­tia la vos­tra fidu­cia. In questa fase, cercherà di iso­larvi facen­dovi perdere le relazioni sociali che avete, sug­geren­dovi anche di non dire di voi due ai vostri par­enti o amici, per­ché la gente potrebbe essere gelosa del vostro amore.
3) Per ren­dersi reale vi pro­porrà di sen­tirvi al tele­fono ma anche ved­ervi tramite Skype o Wat­sapp, ma in realtà in videochia­mata vedrete la foto ani­mata (spesso rubata ad un ignaro utente social) e vi sem­br­erà di star par­lando pro­prio con quello della foto.
4) Con la scusa di inviarvi un mazzo di fiori vi chiederà l’indirizzo.
5) Vi man­derà dei fiori veri, anche molto cari e belli. A questo punto voi penserete che è gen­tile roman­tico, come mai ne avete incon­trati nella vos­tra vita reale. ecc. ecc. Vi chiederà anche di inviar­gli una foto del dono rice­vuto così potrà ver­i­fi­care l’esattezza dei vostri dati ana­grafici e che gli avete dato un reale indirizzo.
6) State per incon­trarvi ma lui deve par­tire per lavoro/affari o altri motivi fan­ta­siosi in terra africana e gli capita qualche dis­grazia (ad esem­pio rap­ina, ricovero in ospedale, incidente ai figli ecc.). Avrà perciò bisogno del vostro aiuto e vi chiederà di trasferire somme con West­ern Union o Money Gram. A volte anche con bonifici bancari. E vuoi non aiutare uno che è così pre­muroso, sen­si­bile e romantico?
ACTA Associazione contro le Truffe Affettive vi invita , così come accade , nella vita reale di non fare MAI entrare in casa vos­tra dei finti operai del gas o altri ladri mascherati, a non fare entrare nella vos­tra vita vir­tuale questi truffatori seriali. Se pen­sate di averne incon­trato qual­cuno bloc­catelo subito, e ver­ifi­cate che non vi abbia istal­lato un virus per carpire sul vostro pc i dati del vostro home bank­ing e altri dati sen­si­bili. Denun­ci­ate a cara­binieri, polizia postale. polizia ordinaria l’accaduto e fatecene segnalazione. Per info https://www.facebook.com/ACTA-Lotta…
Al fine di pre­venire questa odiosa fat­tispecie d’inganno preghi­amo la mas­sima dif­fu­sione di questa notizia di cui man­di­amo imme­di­ata­mente copia alla polizia postale e alla redazione dei Cara­binieri on line. A.C.T.A.
Torino, 22 gennaio 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...